Visitatori in aumento per i Parchi a Tema italiani!

Parchi a tema italiani Parchi acquatici
Un sondaggio commissionato da Parchi Permanenti Italiani, associazione di categoria del settore, ha rilevato come fino al 31 luglio 2015 i Parchi Acquatici, piscine ed acquascivoli, hanno registrato mediamente una crescita del numero dei visitatori pari al +15% rispetto all'anno 2014, con picchi del +28% in alcuni casi; buoni anche i numeri registrati per i Parchi a Tema, in linea con quelli del 2014. 
La scorsa stagione è stata particolarmente difficile per il settore dei parchi a tema, soprattutto per i parchi acquatici, a causa delle sfavorevoli condizioni meteorologiche che hanno condizionato la stagione estiva. I dati SIAE 2014, recentemente diffusi, confermano che i parchi di divertimento sono visitati annualmente da oltre 16 milioni di persone, il 79,7% dei quali ne fruisce durante i quattro mesi estivi .
ILsegretario nazionale di Parchi Permanenti Italiani Maurizio Crisanti così commenta i dati del sondaggio: “E’ una stagione molto calda e soleggiata, perfetta per un bagno in piscina e per testare scivoli acquatici adrenalinici o per una giornata in un parco di divertimento, dove non mancano mai attrazioni acquatiche e possibilità di rinfrescarsi. Se i numeri saranno confermati in Agosto, mese nel quale il settore registra in genere più del 28% delle presenze annue, il 2015 sarà archiviato come un anno favorevole per le strutture del divertimento, quelle nelle quali è possibile sentirsi in vacanza, anche solo per un giorno”.
Parchi Permanenti Italiani è l’associazione di categoria dei parchi di divertimento. Aderisce ad AGIS e Federturismo, e rappresenta oltre 50 strutture, tra le quali 35 parchi acquatici, 10 parchi a tema e 5 acquari e zoosafari.


Share/Bookmark

Domenica 3 maggio 2015 il Mercato de Gli Ambulanti di Forte dei Marmi a Buccinasco (MI)

Il Mercato degli Ambulanti di Forte dei Marmi a Buccinasco in provincia di Milano domenica 3 maggio 2015
Domenica 3 Maggio 2015 il vero Mercato di qualità de Gli Ambulanti di Forte dei Marmi torna nel Milanese, a Buccinasco, (nella consueta location in Via Emilia) per un atteso nuovo appuntamento con lo shopping più glamour e le tendenze moda del momento.
La primavera è esplosa con tutta la sua vitalità ed i famosi ambulanti toscani visiteranno ancora una volta il Milanese per riportare anche in questo caratteristico angolo d'Italia le magiche atmosfere del mercato del Forte, sinonimo di genuinità e qualità artigianale garantita. Tante idee per gli acquisti in un autentico spettacolo di bancarelle e di pubblico che, non a caso, viene ormai comunemente definito "evento-mercato".
Il Consorzio Gli Ambulanti di Forte dei Marmi (marchio unico originale e registrato), nato nel 2002 per rendere itinerante il fascino del più bel mercato d'Italia, è stato da allora oggetto di diversi tentativi di imitazione, peraltro lontanissimi dall'originale. Cosa c'è, invece, di più originale di decine di ambulanti d.o.c., tutti provenienti dallo storico e blasonato Mercato di Forte dei Marmi, una delle mete più esclusive del turismo mondiale? Sui grandi banchi di vendita, è possibile trovare il meglio dell'artigianato italiano di qualità: abbigliamento, pelletteria di altissima fattura artigianale (borse e scarpe), la migliore produzione di cachemire, prodotti tipici toscani, pellicceria, stoffe pregiate, biancheria per la casa, porcellane, bijoux, raffinata arte fiorentina.
La qualità al Mercato degli Ambulanti di Forte dei Marmi è sempre rigorosamente declinata anche con la massima convenienza. 
Bandite per statuto imitazioni e "cineserie" di scarso pregio, è sui banchi del Mercato de "Gli Ambulanti di Forte di Marmi" che si trovano le nuove tendenze della moda, spesso riprese anche da tanti fashion blogs e magazines femminili. 
"Il nostro è un invito - spiega il Presidente del Consorzio Andrea Ceccarelli - a diffidare di ogni tentativo di imitazione e valutare, invece, passando direttamente tra i nostri banchi, la qualità delle nostre merci e l'immagine coordinata delle nostre bancarelle, non a caso definite ormai anche sui TG nazionali "boutiques a cielo aperto". E che nessuno storca il naso alla parola "mercato": è a Forte dei Marmi che ricche signore abbronzate si ritrovano d'estate per lo shopping più esclusivo e finanche per acquistare il corredo delle figlie". 
Per conoscere nel dettaglio il calendario completo delle date del Mercato de Gli Ambulanti di Forte di Marmi è possibile consultare il sito web ufficiale (attenzione ai "fake") www.gliambulantidifortedeimarmi.it, dal quale si accede anche alla pagina Facebook ed alla App del Consorzio.

Mercato del Consorzio Gli Ambulanti di Forte dei Marmi
Domenica  3 maggio 2015  Via Emilia  Buccinasco (Milano) Dalle 8.00 alle 20.00 Orario Continuato (anche in caso di maltempo) 

Dalle 8.00 alle 20.00 Orario Continuato (anche in caso di maltempo)





Share/Bookmark

Villa Torlonia: aperto alle visite il bunker di Mussolini

Bunker antiaereo destinato alla protezione di Benito Mussolini - Villa Torlonia Roma
Una parte importante della storia d'Italia è tornata a disposizione di romani e turisti: dal 31 ottobre 2014 ibunker antiaereorealizzato tra il 1942 e il 1943 per proteggere Benito Mussolini e la sua famiglia nella residenza privata di Villa Torlonia, il rifugio nella sala centrale del piano seminterrato del Casino Nobile ed il rifugio cantina della Villa attrezzato intorno alla metà del 1940, sono stati aperti al pubblico con visite guidate.
Fu la paura generata dai bombardamenti aerei degli Alleati, sempre più frequenti e sempre più minacciosi, a spingere Benito Mussolini a far costruire un bunker “a prova di bomba” che fosse più sicuro rispetto ai due rifugi già predisposti, ricavati adattando i locali della cantina della famiglia Torlonia (sotto il “laghetto del Fucino” vicino al Teatro) e della sala centrale nel piano seminterrato del Casino Nobile.
La riapertura del bunker e dei rifugi antiaerei va ad ampliare la già ricca offerta culturale di Villa Torlonia ed è stata possibile grazie alla collaborazione tra Roma Capitale, Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e l’Associazione Culturale Centro Ricerche Speleo- Archeologiche Sotterranei di Roma: una riuscita alleanza tra pubblico e privato che, per una volta, ha permesso, senza oneri per il Campidoglio, di recuperare un importante sito di memoria storica con un percorso conoscitivo ed emozionale.
L’Associazione Sotterranei di Roma, in virtù della convenzione biennale stipulata con la Sovrintendenza Capitolina, dopo aver provveduto al ripristino della piena agibilità dei siti ha poi allestito gli ambienti con attrezzature originali dell’epoca. L'affascinante percorso di visita è arricchito inoltre con materiale filologicamente consono alla funzione dei luoghi, così da consentirne una più agevole lettura e comprensione.
Rifugio Cantina  destinata alla protezione di Benito Mussolini - Villa Torlonia Roma
Il primo ambiente adibito a rifugio fu quello della cantina posta sotto il laghetto del Fucino, attrezzato intorno alla metà del 1940 e utilizzato sino alla fine di quello stesso anno. Il rifugio, presentato al pubblico con allestimenti originali dell'epoca, fu dotato di doppie porte blindate e di un sistema antigas di filtraggio e rigenerazione dell’aria che veniva azionato a manovella. L’illuminazione era a batteria e c’erano un gabinetto, un telefono con linea diretta ad uso di Mussolini, il necessario per il pronto soccorso e una rete con materasso.
Rifugio piano seminterrato del Casino Nobile destinato alla protezione di Benito Mussolini - Villa Torlonia Roma
In poco tempo Mussolini si convinse della necessità di far attrezzare un secondo rifugio, più funzionale e interno all'edificio del Casino Nobile. Fu quindi realizzato, nel 1941, il rifugio nella sala centrale del piano seminterrato del Casino Nobile, che venne utilizzato anche nel 1942 e 1943.
I locali furono rinforzati con uno spessore di 120 centimetri di cemento armato e dotati di un sistema di depurazione e ricambio dell’aria. Supportano la lettura storica di questi ambienti una sala multimediale, fotografie e pannelli che presentano documenti di grande interesse, in alcuni casi mostrati al pubblico per la prima volta e provenienti anche da archivi esteri.
La struttura blindata del bunker antiaereo, costruita ex novo, fu scavata ad una profondità di 6 metri e mezzo sotto il piazzale antistante il Casino Nobile; essa ha una planimetria a forma di croce e gallerie a sezione circolare protette da una copertura in cemento armato spessa 4 metri. Il bunker, la cui costruzione iniziò a fine 1942, rimase incompiuto poiché quando Mussolini fu arrestato (il 25 luglio 1943) i lavori di rifinitura non erano terminati. Mancavano le porte blindate, la copertura esterna del pozzo e le dotazioni tecnologiche (come il sistema di aerazione). I ritardi furono determinati dalle difficoltà incontrate nello scavo: il terreno vicino al palazzo si rivelò di scarsa consistenza e ciò comportò la necessità di realizzare le fondamenta ad una profondità doppia rispetto al previsto. Se fosse stato completato, sarebbe stato il bunker italiano con il più alto grado di resistenza dedicato alla protezione di una singola personalità.
Bunker antiaereo destinato alla protezione di Benito Mussolini - Villa Torlonia RomaIl bunker e il rifugio del Casino Nobile furono recuperati e aperti al pubblico per la prima volta nel 2006 e chiusi dopo un breve periodo a causa della presenza nei locali di gas radon. Dopo alcuni interventi strutturali e di bonifica, questi luoghi, continuamente monitorati, possono accogliere i visitatori in completa sicurezza.

VISITE GUIDATE AL BUNKER DI MUSSOLINI: su prenotazione e disponibili in Italiano, Inglese, Francese, Tedesco, Spagnolo, Olandese, Ebraico

La visita al bunker ed ai rifugi antiaerei di Villa Torlonia è possibile a partire da venerdì 31 ottobre 2014 solo con accompagnamento delle guide, su prenotazione e per un massimo di 15 persone per volta. La durata della visita guidata è di un’ora e il costo è di 7,00 euro.
Le visite si effettuano di norma in giorni e orari prefissati - inizialmente il venerdì, sabato e domenica - con prenotazione sul sito www.sotterraneidiroma.it, oppure chiamando il numero 347/3811874 o inviando una mail all’indirizzo bunker@sotterraneidiroma.it.
Eventuali visite a richiesta - per gruppi o con guida in lingua straniera - possono essere effettuate in giorni e orari a scelta, da concordare preventivamente attraverso il numero 347/3811874 o via mail all’indirizzo bunker@sotterraneidiroma.it.
Per le visite delle scolaresche - da effettuarsi nelle mattine dei giorni feriali da settembre a maggio - è prevista una tariffa agevolata.
Tutte le informazioni sono disponibili sul sito
www.bunkervillatorlonia.it.


Share/Bookmark

Roma Sotterranea: una visita alla scoperta dello Stadio di Domiziano a piazza Navona

Stadio di Domiziano piazza Navona Roma logo ufficiale del sito archeologico
Resa da poco fruibile al pubblico in maniera continuativa, dopo anni di degrado ed abbandono, l'area archeologica dello Stadio di Domiziano a piazza Navona rappresenta una proficua collaborazione tra pubblico e privato; una grande opera, unica nel suo genere a Roma, utilizzabile anche per mostre d’arte, convegni culturali ed eventi privati. Oltre alle visite guidate all'area archeologica dello Stadio di Domiziano, una serie di pannelli illustrativi e video consentono un percorso conoscitivo della storia dello Stadio e dello Sport nell'antica Roma.
Costruito dall'imperatore Domiziano per celebrare il Certamen Capitolino Iovi, gara quinquennale istituita nell’86 d.C. a imitazione delle competizioni olimpioniche, lo stadio era principalmente destinato alle gare di atletica. Un progetto visionario con cui di fatto Domiziano cercò di "romanizzare" le Olimpiadi greche. L’edificio, che misurava 275 metri in lunghezza per 106 di larghezza, poteva contenere circa 30.000 spettatori (il Colosseo 50/60.000). I giochi erano denominati agones, da qui il nome della piazza, che da "agone" divenne "in agone", "innagone", "navone" e quindi "Navona".
Stadio di Domiziano via di Tor Sanguigna, 3 (piazza Navona) area archeologica sotterranea
Il progetto architettonico, affidato dalla Sovraintendenza agli esperti di MKT121 srl (Gruppo Markonet), è finalizzato alla riqualificazione dello spazio coperto dove sono conservate le rovine dell’antico Stadio che si trova a circa 4 metri sotto il livello stradale. L’area archeologica, coperta ma piena di luce naturale, gode di ampi spazi tecnici ricavati da locali limitrofi (il cortile, detto del Vignola, che risale al ‘500, consente anche uno spazio per esposizioni ed eventi conviviali). L’accesso all'area archeologica dello Stadio di Domiziano, utilizzabile anche come uscita, può avvenire da due locali posti al piano strada, da via di Tor Sanguigna, dov’è installato il bookshop e la biglietteria (previsto l'accesso facilitato per portatori di handicap).

Lo Stadio di Domiziano è visitabile dal lunedì alla domenica dalle 11.00 alle 20.00. La biglietteria chiude 30 minuti prima. Il prezzo del biglietto intero è fissato a € 5,00, mentre per il biglietto ridotto il prezzo è di € 3,50. L'ingresso a tariffa ridotta è consentito ai ragazzi di età compresa tra i 12 e i 18 anni o per gruppi con più di 15 persone.
Area archeologica dello Stadio di Domiziano in Roma location per eventi, presentazioni, mostre e convegni
Le guide turistiche abilitate hanno diritto all'ingresso gratuito mediante esibizione del tesserino di riconoscimento sia in qualità di guida che accompagna il gruppo, sia per visita singola per necessità di aggiornamento. Nel week end è possibile effettuare la visita guidata dell'area archeologica dello Stadio di Domiziano al costo di € 10,00 tutto compreso (ingresso + guida).

Stadio di Domiziano
Ingresso area archeologica via di Tor Sanguigna, 3 (piazza Navona)
Visitabile dal lunedì alla domenica dalle 11.00 alle 20.00


Share/Bookmark

Caravaggio: a Roma una coinvolgente visita guidata con teatro itinerante!

Caravaggio a Roma Vita e Opere. Visita guidata con teatro itinerante tour operator I Viaggi di Adriano
L'immortale fascino di Caravaggio, il "pittore maledetto", la sua vita e le sue opere nei travagliati anni trascorsi a Roma. Una visita guidata con teatro itinerante organizzata dal tour operator I Viaggi di Adriano con la collaborazione di un gruppo di giovani attori professionisti (Valerio di Benedetto, Luca Basile, Matteo Quinzi, Giovanni Bonacci) alla scoperta del grande maestro e della Roma Barocca del '600 permetterà a turisti ed appassionati di fare un tuffo nella storia e nella vita di un artista senza tempo. Lo storico dell'arte Piero Giovinazzo e l'archeologo Andrea Papalini, con la performance dei quattro attori, animeranno le notti della Capitale permettendo in questa visita guidata di immergersi nell'atmosfera dell'epoca storica vissuta da Caravaggio, scoprendo i fatti accaduti il 28 maggio 1606, l'ultima notte trascorsa dal pittore a Roma, i luoghi che frequentava durante la sua permanenza nella Capitale.
Per tutte le informazioni riguardanti le date, i costi e le modalità di prenotazione della visita guidata con teatro itinerante Caravaggio a Roma Vita e Opere e per conoscere nel dettaglio l'elenco ed il calendario dei tour guidati organizzati da I Viaggi di Adriano a Roma è possibile consultare il sito ufficiale del tour operator I Viaggi di Adriano.



Share/Bookmark

Ricerca per Viaggiare con il Web

Ricerca personalizzata